Yard Press

buy
Select your Area (shipping included)
Continue X

7 W 84th Street—NYC 1972

Fabrizio Carbone

Fabrizio Carbone (1942) è un giornalista, scrittore e pittore italiano. 7W 84TH STREET NYC 1972, ideato da Michele Manfellotto, è il suo primo volume monografico composto interamente da fotografie inedite. Le fotografie sono il frutto della sua esperienza americana durante la quale è inviato negli stati uniti per il Resto del Carlino e risalgono al 1972 anno in cui Carbone si licenzierà per via dell’appoggio da parte della testata a i bombardamenti su Hanoi. Ma non è tutto, come scrive lo stesso Carbone: “La storia della mia vicenda americana è legata a Ellen Burke. La prima volta che andai negli Stati Uniti fu con lei, nel 1970. Eravamo sposati da poco e i suoi genitori ci invitarono per una vacanza..”, nella New York di Carbone infatti c’è tutto questo: i suoi affetti, l’America vista da un’italiano comunista immerso nel suo fascino e allo stesso tempo forte delle sue critiche. Pagina dopo pagina è un susseguirsi di istanti, di scene, di fotografie che si accalcano fragili, alcune quasi uguali tra loro: questo libro è prima di tutto una bozza, una sequela di appunti visuali (che poi in parte diverranno anche disegni). Impera la delicatezza, la visione fluida e libera del non fotografo; ogni passo sulle strade e l’immagine che ogni volta ne deriva è parte di qualcosa di più grande, frutto di una sensibilità complessa, un sentire che non si traduce nella forza di ogni singola immagine ma nella profondità del disegno generale, un mosaico delicato, umano, esplorativo.

Fabrizio Carbone (1942) is an Italian journalist, writer and painter. Conceived by Michele Manfellotto 7W 84TH STREET NYC 1972 is the first monograph by Carbone and contains only unpublished pictures. In 1972 moved to the United States, to write culture editorials as a correspondent. During that year, he took the photographs collected in this volume, which have remained unpublished until now. Quit the job in late 1972: the newspa- per he wrote for supported the American bombings of Hanoi. But that’s no all, as carbone wrote on his text indeed: “The story of my American adventure is linked to Ellen Burke. The first time I went to the United States was with her, in 1970. We had been married for a short while and her parents invited us over for vacation..”, in his New York we can find all of this: affections, America saw trough the lens of an Italian communist immersed in its fascination and criticism both. Page by page we can find this list of moments, scenes, fragile pictures crowd, some almost identical: first of all this book is a draft, a visual notes sequence (most of them will become also drawings). Daintiness rules, flowing vision of a non-photographer; each step on the streets and the related image is part of something bigger, outcome of a deep and complex sensitivity, a perception of things that doesn’t force each time to translate itself necessarily into a perfect picture, but remains and survives in the profoundness of the complete drawing, a human, exploratory, delicate pastiche.

22x32cm
194 pages
Uncoated paper 80gr
Soft cover
Paperback twist-stitching
Offset
Ita/Eng

Limited edition 300 copies

20,00 €

Shipping every wednesday
Spedizione settimanale ogni mercoledì